fbpx
Il sistema - AscorK
661
page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,page,page-id-661,theme-bridge,bridge-core-1.0.4,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,qode-page-loading-effect-enabled,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,qode-content-sidebar-responsive,transparent_content,columns-3,qode-theme-ver-18.0.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,wpb-js-composer js-comp-ver-5.7,vc_responsive

IL SISTEMA DELL’ASCORBATO DI POTASSIO

 

L’Ascorbato di Potassio con Ribosio ASCORK+ è un sale derivato dalla vitamina C, completamente atossico e senza effetti collaterali. Nella sua formulazione tradizionale il composto si ottiene con 150 mg di acido ascorbico e 300 mg di bicarbonato di potassio solubilizzati; nella formulazione ASCORK+ (potenziata con un incremento del 33,3% di prodotto e con l’aggiunta del D-Ribosio) la soluzione si ottiene per via orosolubile sublinguale direttamente in bocca. Gli studi del Dott. Pantellini indicano che lo stress ossidativo danneggia la struttura della membrana cellulare, ed in particolare l’ATP-asi sodio/potassio (la pompa sodio/potassio). In poche parole si va a creare uno squilibrio tra il sodio presente nella membrana pericellulare ed il potassio presente all’interno della membrana cellulare. Questo squilibrio è dato dalla fuoriuscita del potassio all’esterno della cellula e dalla conseguente intrusione del sodio all’interno dell’ambiente intracellulare. La reintroduzione del potassio tramite l’assunzione di AscorK+ tende a ripristinare il corretto equilibrio del sodio e del potassio a livello peri ed intra cellulare. Fondamentale in questo meccanismo di riequilibrio è l’acido ascorbico che ha la funzione di trasportare (carrier) del potassio all’interno della cellula permettendo così la fuoriuscita del sodio. Ovviamente a parte le caratteristiche principali dell’Ascorbato di Potassio, questa molecola offre tutti gli innumerevoli vantaggi dei suoi due componenti; del bicarbonato di potassio e dell’acido ascorbico. In base alle sue proprietà farmacodinamiche, l’ASCORK+ trova molteplici applicazioni. Si va dalle situazioni più “semplici” a quelle più complesse. Elencarle tutte è difficile, ma facciamo alcuni esempi:

– attività sportiva

– periodi influenzali

– stress psico-fisico

– per la prevenzione di molte patologie ad etiologia varia

– supporto in molte patologie, da quelle virali a quelle degenerative (sia a livello neuronale che periferico) e nel paziente oncologico.